La Bambola Annabelle.

 

 

fonte: web

fonte: web

Siamo nell’anno 1970. Una donna sulla 40ina, entra a fare compere in un negozio di bambole usate Raggedy Ann dove trova una bambola di pezza molto semplice e stilizzata con i capelli rossicci e occhi rotondi. Decide di comprarla, con l’unico e semplice scopo di regalarla a sua figlia Donna per il suo compleanno. Donna, 28enne, studentessa al college nella facoltà d’infermieristica. La figlia, entusiasta del regalo ricevuto, portò con se la bambola nel suo appartamento. Presto lei e la sua coinquilina, Angie, notarono un serie di strani fenomeni che avevano a che fare con quell’oggetto.
Sembrava muoversi da sola, spesso veniva trovata in un’altra stanza anche se nessuno l’aveva mossa, nè trasportata. Iniziarono anche a trovare strani piccoli pezzi di carta, con degli scarabocchi, disegni e scritte infantili. Le due ragazze, sostengono che la bambola avesse scritto “Help Us” con la scrittura a mano di un bambino piccolo.
Quando finalmente gli episodi iniziarono a diventare più rari, credendo poi il tutto l’atto di qualche intruso, successe l’inaspettato.
Un giorno trovarono la bambola in piedi, incredibilmente, sulle sue gambe di pezza. Annabelle aveva sangue su mani e torace. Ora le due ragazze erano iper spaventate, e contattatarono un medium per aiutarle a risolvere il mistero.
Durante una seduta spiritica si scoprì che la bambola era posseduta dallo spirito di Annabelle Higgins, una bambina di 7 anni morta nella stessa casa qualche tempo prima.
Donna e Angie diedero il permesso ad Annabelle di rimanere nella bambola dopo che lo spirito dichiarò di sentirsi sereno accanto alle ragazze. Ma poco tempo dopo dovettero ricredersi. Lou, era un amico di Donna e Angie, e dopo aver espresso il duro giudizio sulla bambola, “malefica”, è stato attaccato da Annabelle in diverse occasioni. Una notte si svegliò trovando la bambola su di sè che tentava di strangolarlo.
Lou, in un primo momento credeva si trattasse di un brutto sogno.
Il giorno successivo, entrò nell’appartamento quando sentì strani rumori provenire dalla stanza di Donna.
Mentre ne cercava la fonte, sentì una presenza dietro di lui e fu aggredito e lasciato con “7 distinti segni di artigli” sul petto.
I graffi guarirono quasi immediatamente.
Le ferite di Lou resero consapevole Donna della natura malvagia della bambola.
Dopo aver contattato un sacerdote, la ragazza parlò con i coniugi Warren, demonologi, contattati per esaminare il caso. Questi erano già noti per aver esorcizzato la famosa casa di Amityville.

fonte: web

fonte: web

La coppia scoprì che la bambola non era posseduta, ma manipolata da uno spirito maligno che creava l’illusione che la bambola fosse viva.
Secondo i Warren, questo spirito fingeva soltanto di essere una bambina, al fine di possedere un corpo umano.
I Warren esorcizzarono l’appartamento e presero la bambola con loro. Ma proprio durante il trasporto della bambola in auto, anche loro ebbero alcuni incidenti troppo inquietanti per poterla tenere con sè. Tentarono anche di tenerla nella loro casa, ma quando la videro levitare levitare e riapparire in diverse aree della loro dimora presero la loro decisione.

fonte: web

fonte: web

La misero in una teca di vetro e la portarono nel loro Museo dell’Occulto nel Connecticut. La bambola si può tutt’oggi vedere, tuttavia non può essere toccata per nessun motivo. Lorren Warren, la proprietaria del Museo, sostiene che la bambola si muove e che sia in assoluto l’oggetto più malvagio con cui sia entrata in contatto.
Secondo i Warren, lo spirito ha tormentato molti individui che hanno avuto la sfortuna di avere a che fare con la bambola.
Un sacerdote che ha visitato la casa dei Warren e insultato Annabelle, dicendole “non può far male a nessuno,” è stato coinvolto in un incidente d’auto quasi fatale dopo la visita.
Una coppia, come riferito, si è schiantata in moto dopo aver preso in giro le abilità della bambola.
L’uomo è morto subito dopo, la sua ragazza è sopravvissuta, ma è stato ricoverata in ospedale per un anno dopo l’incidente.

Annunci

3 pensieri su “La Bambola Annabelle.

  1. Se non sbaglio tempo fa hanno dedicato un film a questa storia…Abbastanza inquietante!
    Odio le bambole di pezza io; si può dire,in maniera del tutto generica?! 😀

    • siii 🙂 hanno fatto il film qualche tempo fa 😀 aahahh le bambole di pezza sono inquietanti, concordo con te!

      (ma mai quanto i pagliacci <.< )

      • eh hai ragione anche i pagliacci non scherzano…ma le bambole di pezza o porcellana per me sono in cima alla classifica! ahahhaha le odio da sempre!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...