Il mistero della colonna di ferro di Delhi

 

fonte: web

fonte: web

Quella in foto è la celebre ‘Colonna di Ashoka’, un monumento che risiede a Delhi (India). Tutto il mondo rimane incuriosito dalla peculiarità di questa statua che, dopo 1600 anni, non presenta tracce di ruggine, né d’ulteriori danni di corrosione. Qual è il segreto che si cela dietro questa colonna?
Eretta nel 423 d.C., la torre è alta 7 m e 21 cm, con 41 cm di diametro e il peso di 6 tonnellate. Fu eretta in onore di Garuda, aquila che rappresenta una divinità induista minore. Dapprima sorgeva su una collina che fungeva da base per studi astronomici, chiamata Vishnupadagiri, dall’indi ‘Collina dell’impronta di Visnu’. Il nome prende spunto dal fenomeno che accadeva ad ogni solstizio d’estate: al sorgere del sole, la colonna proiettava l’ombra nella direzione di una statua del piede di Anantasayain Vishnu posta lì vicino, fungendo quasi da segno divino per il popolo. Nel IV secolo d.C., Chandragupta II Vikramaditya, uno dei più importanti imperatori dell’impero Gupta decide di spostare la torre al centro della città di Delhi, nel complesso che contiene altri monumenti storici, entrati a far parte del patrimonio UNESCO nel Giugno 1993.
Forgiata all’inizio del III secolo d.C. da artigiani maestri ferrai, la scultura è stata sottoposta per molti anni all’attenzione di molti scienziati, che si soffermavano sulla qualità del materiale: il metallo di cui è composto il monumento è un ferro molto puro, con un’alta percentuale di fosforo. La sostanza fosforosa della colonna è uno spesso strato di 5 centesimi di mm, che è stata in grado di proteggere l’intera struttura dai danni del tempo.
Alcuni sostengono sia un effetto voluto, ma il quesito rimane: come facevano gli artigiani indiani ad essere in possesso di queste particolari tecniche metallurgiche molto avanzate? Tecniche rese note solo all’alba della rivoluzione industriale.
Per quanto riguarda l’arte del ferro, gli artisti indiani erano parecchio avanti rispetto all’epoca in cui si trovavano. Ma è inspiegabile come abbiano potuto ottenere simili conoscenze.
La colonna con iscrizione dedicata a Chandragupta II, continua a suscitare ulteriori domande…

Annunci

Un pensiero su “Il mistero della colonna di ferro di Delhi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...